lunedì 5 dicembre 2016

Roma Natale 2016: Piazza San Pietro, Pan Giallo e Palazzo Braschi con Artemisia Gentileschi

Quale migliore luogo che raccoglie l'atmosfera del Natale che la città di Roma, sede della Chiesa e del Vaticano. La città si mette in mostra con le sue luci scintillanti, un atmosfera tutta speciale accoglie i pellegrini a Roma dalla fine di Novembre fino all'Epifania.
Gli appuntamenti liturgici classici sono:
08 Dicembre, Piazza di Spagna ore 16,00 omaggio all'Immacolata
24 Dicembre Basilica Vaticana ore 21,30 messa della Notte di Natale
25 Dicembre Piazza San Pietro ore 12,00 Messaggio Natalizio e benedizione Urbi et Orbi
I Presepi tradizionali del Natale
In piazza del Popolo ci sarà la Mostra dei 100 presepi, Sala Bramante in Piazza del Popolo 12, Basilica di Santa Maria del Popolo, dalle 10 alle 20, ingresso 8 euro, Interessante la varietà di materiali per la realizzazione dei presepi come il corallo, l'argento, la porcellana e il vetro.
Dall'8 Dicembre il tradizionale presepe di Piazza San Pietro.
Il Presepe Tradizionale presente presso il Museo Tipologico Internazionale del Presepio Angelo Stefanucci Via Tor de’ Conti, 31/A (presso Chiesa dei SS Quirico e Giulitta).
Il Presepe dei Netturbini romani  in Via dei Cavalleggeri, 5
Ogni Chiesa organizza il proprio presepe secondo la tradizione.


Come in tutti gli anni verrà allestito il mercato natalizio di Piazza di Navona e di Piazza di Spagna, suggerisco anche di fare un salto al Mercato di Campo dei Fiori, il mercato tradizionale di frutta e verdura, con anche dei bravi fiorai per delle composizioni molto originali per Natale.
Se a Milano c'è il Panettone a Roma il dolce tipico per Natale è il Pan Giallo un'insieme di mandorle, frutta candita, la cui origine si fa risalire ai tempi dell’Impero Romano. Veniva preparato per celebrare il solstizio d’inverno in segno di buon auspicio, nella ricetta d'oggi si aggiunge anche cacao e spezie, per rendere il dolce più goloso.
Altri dolci tipici a Roma per il Natale sono i mostaccioli, il croccante di mandorle, le nociate, le nocchiate, il panpepato dei Castelli, i tozzetti e anche il maritozzo con la panna, dolce tipico romano per tutto l'anno.

Per il menù di Natale non c'è una vera e propria tradizione anche se si vuole che il giorno di magro della vigilia il Brodo di Arzilla (Razza Chiodata), oppure la Ministra di Broccolo e Arzilla.
Due gli appuntamenti che suggerisco dedicati al mondo della cultura e dell'arte che sono stati da poco inaugurati a Roma:
Per chi ama la pittura è stata appena inaugurata a Palazzo Braschi, proprio in Piazza Navona 2, sede del Museo di Roma, una nuova mostra dedicata ad Artemisia Gentileschi Una delle poche pittrici donne che si ricordano, purtroppo nell'immaginario collettivo è più famosa per la storia di violenza sessuale subita. Questa mostra mette in risalto la sua opera pittorica, la sua tecnica e il confronto con gli artisti contemporanei, la mostra proseguirà fino al 7 maggio 2017.
Dall'antica alla nuova via della seta, questa il nome della Mostra che invece ospita il Quirinale, un resoconto dei viaggio fatto da Marco Polo e dai Gesuiti Matteo Ricci e Martino Martini, sull'antica via della seta con opere che documentano un canale commerciale e artistico che ha unito più popoli, la mostra aperta oggi, sara visitabile fino al 26 Febbraio 2017.
Arrivare a Roma: grazie all'alta velocità Roma è divenuta più facilmente raggiungibile dalle principali località italiane come Torino, Bologna, Firenze, Napoli, Salerno, Venezia per gli orari consultare i siti Trenitalia e Italo treno.  (tariffe scontate durante i weekend)
Alloggiare a Roma.
Art Hotel, in Via Margutta, vicino Piazza di Spagna.
Mangiare a Roma: 
Il Margutta, ristorante vegetariano dal 1979, offre sabato e domenica Green Brunch, Via Margutta 118 ( strudel di funghi, vellutata di porri e patate con porro croccante e crumble di patate, mousse morbida al gianduia)
Otello alla concordia, ristorante tipico di cucina romana con ingresso in via Croce 81 (vicino Piazza di Spagna), in menù fiori di zucca alla romana, carciofi alla giudia, pasta cacio e pepe, pasta amatriciana.
Per saperne di più su Roma: Ufficio Turismo Roma

Slow Green Roma

domenica 4 dicembre 2016

Lucciole a Milano: Riunione Blogger 27 Novembre

Quando ero bambino la sera con il buio dalla casa dei miei nonni tornavo a casa dei miei genitori, attraverso un sentiero di montagna non illuminato ma che era costellato di tante piccole lucciole che collegavano il cammino e che mi indicavano la strada da seguire per arrivare a casa.
Quando incontro gli altri blogger ho sempre questa sensazione d'avere vicino tante piccole lucciole che mi indicano la strada con un calore e un affetto straordinario. 

Un momento di raccoglimento dedicato alla nostra amica Ambra e poi tanta allegria e affetto gironzolando per i navigli, forse l'unico luogo rimasto della vecchia milano.
Un ringraziamento ad Erika (che per un giorno è arrivata da Bari) e Sandra le donzelle del web e a tutti i miei amici blogger partecipanti come AnnamariaStefano GLuigi, Costantino, Franco, Stefano D., Maria Cristina, Maria Raffaela, Stefania, che non vedo l'ora d'incontrare di nuovo, a tutti grazie.




giovedì 24 novembre 2016

Milano weekend: Re Panettone, Mercato dei Navigli, Mercatino Natalizio Svedese e Mostra di Rubens

Ultimo weekend di Novembre dedicato alla città di Milano, una città sempre molto ricca d'attrattive sia culturali, di shopping e gastronomiche. Questa fine settimana ci riserva più appuntamenti da non perdere, alcuni si prolungheranno anche per tutto il mese di Dicembre:
Appuntamento per festeggiare la vera e autentica specialità di Milano, sabato 26 e domenica 27 " nona edizione di Re Panettone, che si tiene nello spazio MegaWatt, in via Watt 15. Sabato dalle 10 alle 20 e domenica dalle 10 alle 19, mostra di soli panettoni artigianali ideata da Stanislao Porzio con la partecipazione di 40 eccellenti maestri pasticceri provenienti da tutta Italia, molti pasticcieri del Sud che hanno dato al Panettone un contributo innovativo in termini di lavorazione e gusto, grazie all'uso di prodotti locali.
Sappiamo che il panettone più ricercato sarà il panettone riso e zafferano dello chef Daniel Canzian, del ristorante Daniel. Il panettone è stato creato arricchendo la ricetta originale con zafferano e riso, ingredienti principali della cultura gastronomica milanese del risotto.
Premio il miglior panettone fatto in casa, l''evento non è solo rivolto alla gara di chef e pasticceri per il miglior panettone d'Italia, ci sarà anche una gara riservata a blog e casalinghe esperte che premierà il miglior panettone fatto a casa. Perchè noi sappiamo dai blog che ci sono delle autentiche artiste del Panettone e che meritano d'essere conosciute e valorizzate dalla stampa ma anche dall'intero settore gastronomico. 
L'evento Re Panettone offre dalla Fermata della linea 2 di Romolo della Metropolitana Milanese, una navetta che porta all'evento il cui ingresso è gratuito previa registrazione on line o direttamente all'ingresso.
Mercatino di Natale Svedese a Milano
Sabato 26 novembre nel foyer del teatro Franco Parenti in via Pierlombrado 14 MM3 Porta Romana, tante prelibatezze tipiche, prodotti d'artigianato e attività per bambini permetteranno di vivere l'atmosfera dei mercatini scandinavi, non mancherà il Glògg, bevanda tradizionale svedese tipica dei mercatini di Natale che ricorda molto il nostro vin brulè. Il Kanelbullar, girelle dolci alla cannella glassate con lo zucchero. I Pepparkakor, biscotti alla cannella tipici del natale svedese. L'ingresso è gratuito.
Mercato dell'antiquariato sui Navigli
Domenica 27 novembre come tutte le ultime domeniche del mese, il classico mercato dell'antiquariato per trovare ispirazione a qualche regalo per Natale, MM2 Porta Genova.
Palazzo Reale a Milano: Rubens e la nascita del Barocco
La  Mostra si sofferma su uno degli artisti più noti a livello europeo del Barocco, in particolare sul suo soggiorno in Italia dal 1600 al 1609, anni importanti per la sua formazione artistica, che lo porto qui in italia per studiare i grandi artisti del Rinascimento come Michelangelo e Raffaello ma anche ammirando l'arte del Caravaggio, tra le opere più note di Rubens in Italia il Compianto sul corpo di Cristo deposto del 1605 a Roma nella Galleria Borghese il Trittico per l’altare maggiore di Santa Maria della Vallicella a Roma.
Mostra Rubens, Palazzo Reale a lato del Duomo in Piazza duomo a Milano dal 26/10/2016 al 26/02/2017 MM1 Duomo.

Dormire a Milano: Bed and Breakfast Friendly Home

Go Slow Green Milano





mercoledì 16 novembre 2016

Cremona la Festa del Torrone, dal 19 al 26 Novembre 2016

In questo mese di Novembre la città di Cremona diventa protagonista della cultura gastronomica italiana con la Festa del Torrone.
Quest' anno il tema della festa è il Tempo, passato presente e futuro, inteso come sorpresa sogno e innovazione che bel rappresenta il genio tutto cremonese di Jannello Torriani, maestro orologiaio innovativo del '500 a cui la città dedica una grande mostra.



Quest'anno la famosa azienda di Cremona la Sperlari festeggia i suoi 180 anni per l'occasione, per tutta la durata dell'evento presso la Loggia dei Militi, l'azienda organizza una mostra sulle sue attività del passato del presente e della sua proiezione nel futuro, ci saranno filmati, documentari, spot televisivi, una grande documentazione per festeggiare quello che è l'orgoglio della città di Cremona.



Domenica 20 Novembre nel pomeriggio ci sarà la rievocazione storica del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti con un fastoso corteo di oltre 150 personaggi storici rigorosamente vestiti con preziosi abiti ispirati all’epoca rinascimentale a cui si fa risalire la nascita della tradizione del Torrone, secondo alcuni una realtà storica secondo altri una leva del marketing delle aziende produttrici di Torrone.
Non mancherà durante la Festa del Torrone, uno spazio commerciale con i stand con i maggiori produttori del torrone sia produttori locali che provenienti da tutta Italia, la scelta tra torrone morbido e torrone duro, al croccante e a tutte le possibili varianti della lavorazione e delle materie prime.



La Festa del Torrone è l'occasione per visitare una delle città lombarde più belle e ricche di tesori di valore a iniziare dalla Liuteria Cremonese un itinerario musicale che vi condurrà nel mondo magico della Liuteria e del Violino con visita al Museo del Violino e alle botteghe liutaie.
Una visita importante al Duomo della città il cui interno ci sono dei affreschi realizzati tra il XVI ° secolo che per la bellezza hanno meritato l'appellativo di Cappella Sistina della Pianura Padana.
L'interesse gastronomico della città di Cremona, non riguarda solo il Torrone ma anche altre specialità che rappresentano la città come la Mostarda, il Salame Cremonese e i Marubini.


Un capitolo a parte meritano le Pasticcerie di Cremona, con le loro specialità biscotti, come i baci di Cremona (biscotti doppi, con pasta a base di amaretti, separati da un ripieno che può essere di cioccolata, confettura o panna montata) e i bumbunéen (biscotti secchi, con farina bianca e gialla, aromatizzati con mentine polverizzate e scorza di limone).


Passiamo alle torte la Torta Paradiso di Cremona, la Torta Cremona, il Bussolano di Soresina, la Treccia d'oro (pasta lievitata, cotta al forno con canditi di arancia e cedro e uvetta), la torta Bertolina (farcitura con l’uva fresca), il Pan Cremona, il Pan Torrone, la torta di Castelleone, la torta de Riòlta, il dolce dei Gonzaga di Vescovato, e la torronina (turrunina).
Come arrivare a Cremona in treno : da Milano sulla linea Milano - Mantova circa un ora con i treni regionali al costo di euro 7,30.
Le Trenord offrono a prezzo forfettario un viaggio andato e ritorno da Milano, con visita della città e ingresso alla Mostra di Jannello Torriani.
Dormire a Cremona: Locanda Torriani, siamo nel centro della città, offre ospitalità in appartamenti e ristorazione. 
Mangiare a Cremona: Osteria la Sosta, ristorante storica vicino la Piazza Duomo, piatti tipici della tradizione cremonese rivisitati in chiave moderna, gnocchi vecchia Cremona, Marubini, Ossobuco, Tortelli di zucca, Formaggio di capra con mostarda di pere, mele e mandarini, semifreddo di Torrone in salsa di cioccolato. 

Post correlati
Le migliori pasticcerie storiche di Cremona

Go Slow Green Cremona